Pasta con le sarde, la ricetta siciliana

Pasta con le sarde, ricetta siciliana

La cucina siciliana ti resta nel cuore

È proprio vero che quando vai al sud piangi due volte: quando arrivi e quando te ne vai (e anche quando ti pesi, ma non ha importanza: ne sarà valsa la pena)!

Dopo aver vissuto in Sicilia orientale per quasi un anno, ancora oggi ripenso con nostalgia a molte cose della Trinacria, in primis alla sua cucina deliziosa.

Quindi, dopo aver fatto in casa la cuzzola e le paste di mandorla, oggi è il turno della pasta con le sarde, un grande classico. Come sempre a consigliarmi è stata la mia amica Claudia, catanese doc, la quale mi ha svelato questa ricetta nel dettaglio.

È un po’ laboriosa, ma se avete poco tempo potete preparare i vari ingredienti prima, così il giorno prescelto vi basterà cuocere la pasta e condirla.

Gli accorgimenti sono pochi ma essenziali per un’ottima riuscita del piatto.

Ingredienti per fare la pasta con le sarde

Ingredienti per 4 persone

300 g di spaghetti

1/2 kg di sarde

100 g di finocchietto selvatico

20 g di pinoli

una manciata di uvetta

4 fette di pane casareccio raffermo (200 g di mollica)

2 filetti di acciuga

olio, pepe e aglio

Procedimento

Pulite le sarde tagliando loro testa e coda e togliendo le interiora. Lasciatele intere, lavatele e passatele nella farina. Friggetele nell’olio caldo (metà evo e metà di semi) e una volta fritte da entrambi i lati mettetele da parte su della carta assorbente.

Lavate il finocchietto, fatelo bollire per 10 minuti in acqua abbondante e dopo averlo scolato sminuzzatelo con il coltello. Non buttate via l’acqua di cottura!

Scaldate poco olio in una padella e fate rosolare uno spicchio d’aglio con l’acciuga (dissalatela prima) e il finocchietto cotto; aggiungete al tutto i pinoli e l’uvetta, saltate per qualche minuto e mettete da parte.

Nella stessa padella fate rosolare nuovamente aglio e acciuga, ma stavolta aggiungete la mollica rafferma frullata (o sbriciolata a mano). Una volta croccante, tenetela da parte.

Pulite le sarde già fritte togliendo loro la pelle e la lisca: questo procedimento si fa adesso perché lasciandole intere al momento di friggerle non si seccano troppo e la polpa interna resta morbida.

Cuocete gli spaghetti nell’acqua di cottura del finocchietto (salata) e scolateli una volta pronti.

Componete i piatti facendo i seguenti strati due volte: mollica, finocchietto con uvetta e pinoli, sarde, spaghetti. Mettete sopra l’ultimo strato un’ultima spolverata di mollica. Facendo in questo modo, quando i vostri commensali mischieranno il piatto sentiranno sprigionarsi i diversi profumi degli ingredienti.

Se avete molta fame o non avete tempo per fare gli strati, mischiate tutti gli ingredienti in una grande insalatiera e servite la pasta già condita.

In entrambi i casi rimarrete soddisfatti di questo primo profumato e gustoso!

Pasta con le sarde, ricetta siciliana

Se necessario aggiungete dell’olio a crudo: la mia pasta è venuta un po’ troppo asciutta, la prossima volta abbonderò di più con l’olio!

Print Friendly, PDF & Email

Comments (12)

  • Raffi 4 settimane ago Reply

    Ho scoperto la cucina siciliana solo da pochi anni ed è diventata tra le mie preferite. La pasta con le sarde mi piace tantissimo. Io però, quando la cucino, esagero un po’ e ci aggiungo una bella grattugiata di bottarga. Lo so che la insaporisco troppo, ma non so proprio resistere. Tu cosa dici, la rovino?

    Valeria 4 settimane ago Reply

    Se ti piace con l’aggiunta di bottarga va benissimo, anche se non sarebbe prevista! Come dici tu è già un piatto bello saporito, ma ognuno può personalizzare come preferisce 😉

  • Raffaella 4 settimane ago Reply

    Sono solo le 10 di mattina, ma leggere questo articolo mi ha messo una gran fame. Adoro la cucina mediterranea in generale, quella siciliana mi fa impazzire. Un piatto di pasta con le sarde rappresenta il perfetto equilibrio, se poi è accompagnata da un buon bicchiere di vino bianco il gioco è fatto! Grazie per la ricetta, voglio proprio provarla.

    Valeria 4 settimane ago Reply

    Sono contenta di averti ispirata, fammi sapere come viene 🙂

  • Ale Carini 3 settimane ago Reply

    Adoro le sarde, ma non ho mai mangiato la pasta fatta in questo modo! Credo che ruberò la tua ricetta ed uno di questi giorni proverò a farla a casa!
    Sono troppo curiosa di sapere come sarà 🙂 grazie!

    Valeria 3 settimane ago Reply

    La ricetta è qui apposta per essere “rubata”! 😉 fammi sapere cosa ne pensi!

  • Sono da poco tornata dalla Sicilia ma non ho potuto assaggiare tutto. Proverò la ricetta a casa

    Valeria 3 settimane ago Reply

    È un ottimo rimedio per combattere la nostalgia della Sicilia!

  • Sara 3 settimane ago Reply

    Che piatto delizioso! L’ho mangiato diverse volte ma non ho provato mai a cucinarlo.
    La tua ricetta sembra facile, penso che la proverò!😋

    Valeria 3 settimane ago Reply

    Fammi sapere cosa ne pensi quando la fai 🙂

  • Francesca Mumwhatelse 3 settimane ago Reply

    Il mio compagno da bravo sardo me le prepara spesso, ma non conosco esattamente la sue ricetta, devo mostrargli la tua e fare un assaggio!

    Valeria 3 settimane ago Reply

    Eh sì, bisogna fare un confronto!

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: