Loading...

Risotto e coniglio: due ricette per un buon calice di LUGANA

Oggi itineriamo virtualmente nei pressi della costa meridionale del Lago di Garda in una zona famosa per la produzione del Lugana, vino a denominazione di origine, ottenuto da uve di Turbiana (o trebbiano di Soave); più precisamente siamo a San Martino della Battaglia, dove è collocata l’Azienda Agricola Citari. Quello che degustiamo oggi è un loro prodotto, il “Torre”, un Lugana ottenuto da uve di turbiana sovra mature vendemmiate a ottobre e cresciute su un suolo di tipo morenico, misto ad argille calcaree ricche di sali minerali: e, in effetti, quello che ci si aspetta da questo vino è proprio una buona sapidità nonché mineralità ed eleganza, tutte qualità che ritrovo nel bicchiere appena lo sorseggio. Ma anzitutto ne apprezzo il colore, giallo paglierino con qualche punta di dorato, bellissimo, e il profumo gli va dietro aprendosi con un bel ventaglio di frutta gialla, agrumi, e minerali; è un vino equilibrato, anche se con una leggera predominanza di freschezza, e presenta una buona e gradevole persistenza. La cosa che mi fa impazzire però è che è un bianco abbastanza alcolico, 13.5° che però non si sentono per niente; il vino scende, ma non dà alla testa, caratteristica che spero sempre di trovare nei vini bianchi, che solitamente ammetto di reggere a malapena!
Mi sono divertito a sperimentare un paio di abbinamenti col cibo, e questo vino mi è piaciuto così tanto che l’ho utilizzato anche in cottura nelle due ricette che vi propongo:

CONIGLIO AL TRITO DI ROSMARINO

Ingredienti:

– 700g di coniglio a pezzi
– 1 ramo di rosmarino
– mezza cipolla bianca
– 2 spicchi di aglio
– olio e sale q.b.
– 1 bicchiere di vino bianco

Procedimento:

– Ho tritato grossolanamente il rosmarino con la cipolla e li ho fatti rosolare con l’aglio in padella
– Ho aggiunto il coniglio, fatto rosolare insieme al trito di aromi e sfumato con un bicchiere di vino; lasciato cucinare a fuoco lento per circa mezz’ora, aggiungendo poca acqua ogni tanto.
 
 

RISOTTO AGLI SCAMPI E FIORI DI ZUCCA

 

Ingredienti:

 

– mezzo chilo di scampi freschi

– fiori di zucca

– 1 bicchiere di vino

– mezza cipolla bianca

– riso

Procedimento:

– Ho preparato anzitutto un brodo di pesce utilizzando le teste degli scampi, tenendone da parte qualcuno per la decorazione; una volta pronto, ho messo da parte le teste dalla parte liquida

– Ho tritato a dadini la cipolla e l’ho fatta rosolare con un filo d’olio in pentola, ho tostato il riso e l’ho sfumato con il vino, infine ho versato gradatamente il brodo di pesce caldo per proseguire la cottura

– In fase di cottura ho quindi ripreso le teste degli scampi messe da parte e le ho schiacciate lasciando uscire la carne per amalgamarla al riso; ho aggiustato di sale

– A tre quarti di cottura ho aggiunto gli scampi e i fiori di zucca tagliati a listarelle, e ho proseguito fino alla fine, quando ho mantecato con una noce di burro.

Print Friendly, PDF & Email

No Comments

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: