Loading...

Ristorante Il Borghetto: la vera Sicilia nel piatto

A Taormina c’è un ristorante diverso da tutti gli altri, che vede unite la passione dei suoi giovani proprietari alla qualità degli ingredienti. Sto parlando del Borghetto, proprio fuori da Porta Catania. Io stessa l’ho scoperto un po’ per caso: si trova nella graziosa Piazza Sant’Antonio e ha la maggior parte dei tavoli all’aperto, sotto a degli ampi ombrelloni. Nonostante lo spazio sia modesto hanno saputo valorizzarlo bene: fiori freschi, cuscini vivaci e delle belle teste di moro a grandezza naturale adornano il patio.

Ma quello che più vi colpirà saranno i due proprietari: i fratelli Gianmarco e Corrado sono formidabili! Gianmarco, lo chef, si è formato da solo per passione e ha arricchito le sue competenze lavorando a Parigi; Corrado invece si occupa di tutto il resto, da gestire le ordinazioni a occuparsi dei clienti.

La prima volta che sono andata al Borghetto e ho chiesto delucidazioni in merito al menù, Corrado mi ha illustrato con entusiasmo la loro filosofia, semplice ma efficace: l’utilizzo di soli prodotti siciliani, freschi e genuini, con prezzi onesti. Dovrebbe essere scontato, invece purtroppo molti ristoranti, specie in una città turistica come Taormina, risparmiano sulla qualità del cibo e tendono a “spennare” i turisti.

L’entusiasmo di Corrado per il ristorante è di ispirazione: ti comunica energia e voglia di perseguire le tue passioni!

Ma torniamo al nostro caro Borghetto, perché ancora non ho parlato della cosa più importante: il cibo.



Si dice che anche l’occhio vuole la sua parte e quando mi hanno portato il primo piatto non avevo quasi il coraggio di mangiarlo: Gianmarco è un vero artista e le sue creazioni sono spettacolari, con tanti colori e piccole decorazioni fatte con gli ingredienti più disparati.

Un piatto così bello deve essere anche ottimo! E in effetti al Borghetto non ho mai trovato qualcosa che non fosse buono, e in sei mesi ho avuto modo di esplorare tutto il menù!



Si inizia con una selezione di bruschette, una più buona dell’altra: le mie preferite sono quelle con le melanzane fritte, i pomodorini e la ricotta infornata grattugiata sopra, il tutto adagiato su dell’ottimo pane di Castelmola.
Un altro antipasto sfizioso è la parmigiana di pesce spada, anche questa impiattata benissimo!
Per i primi e i secondi oltre ai piatti fissi del menù ci sono anche piatti variabili in base al pescato del giorno, basta chiedere a Corrado! Personalmente ho adorato gli spaghetti con i pomodorini e il basilico e i paccheri con i gamberoni. Perfino la pasta utilizzata è siciliana e volendo ne potete acquistare un pacco direttamente al ristorante.
 

La cosa bella è che al Borghetto anche se prendi una semplice insalata o delle verdure grigliate, il piatto è sempre colorato e scenografico.



Un’altra specialità sono le braciole alla messinese: infatti Corrado e Gianmarco sono di Messina e mi hanno raccontato che quando avevano appena aperto avevano iniziato proprio con le braciole, un omaggio alla loro città natale.
Corrado più di una volta mi ha raccontato di come lui e suo fratello abbiano fatto progressi negli anni, di come da una passione comune siano riusciti ad avviare il loro bel locale e a imparare ogni giorno cose nuove. Il tutto senza fretta, perché è meglio imparare bene a fare una cosa prima di passare alla successiva.
Qui potete veramente godervi la cucina siciliana in un’atmosfera rilassata e informale. Oltre a conoscere Gianmarco e Corrado vedrete anche i loro genitori che sono spesso lì per dare una mano e vi sentirete sempre accolti come se foste a casa vostra.
Se siete a Taormina non perdetevi un pasto al Borghetto, vi assicuro che ne sarete più che soddisfatti!
Print Friendly, PDF & Email

No Comments

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: