Loading...

Provenza 2° parte: soupe à l’oignon e fenicotteri rosa

Dopo un primo sguardo sulla Provenza, eccomi qui con la seconda parte del resoconto francese!
 Da Aix-en-Provence ci siamo spostati ad Avignone, la città dei Papi; mi è piaciuta moltissimo sia per i suoi palazzi e monumenti sia per la sua vitalità: appena arrivati era in corso una festa del vino nelle strade del centro ed è stato divertente mischiarsi alla folla e assistere ai pazzi balletti che sono stati inscenati in mezzo alle piazze.



Anche Avignone si presta per delle gite fuori porta: in questa zona ci sono molti paesini con resti romani, come Vaison la Romaine, Orange, Nîmes

 
 
Nella vicina Chateauneuf du Pape abbiamo anche fatto una degustazione del pregiato vino e abbiamo visto distese di vigneti rossi e arancioni.
Anche in queste zone si mangia benissimo, vi segnalo un paio di ristoranti davvero speciali: L’Ardoise e il New Ground.
 
 
L’ultima tappa del viaggio è stata la graziosa cittadina di Arles. A pochi km inizia la Camargue, una località bonificata attorno alle foci del Rodano. La particolarità di questa zona è la fauna – uccelli migratori, tori, cavalli – e il suo paesaggio selvaggio è sempre schiaffeggiato dal vento.
Consiglio vivamente le visite al Parco Ornitologico Pont de Gau e al Museo della Camargue.
 
In questa zona della Provenza si respira un’atmosfera spagnoleggiante e in estate c’è anche il raduno principale dei gitani europei.
Ad Arles abbiamo mangiato benissimo al ristorante La Paillotte.
 
 
 
Ci sono troppe cose da dire sulla Provenza, andateci e basta!
_____________________________________________
Venendo a noi, la ricetta francese che vi propongo è molto adatta al periodo invernale perché vi scalderà subito!
Ecco la zuppa di cipolle alla francese:

Ingredienti per 5-6 persone:

1,5 kg di cipolle francesi*
3 litri di brodo di verdure
50 g di burro
2 cucchiai di olio evo
2 bicchieri di vino bianco
4 cucchiai di farina
4 cucchiai di zucchero
una baguette
200 g di groviera
sale e pepe

Procedimento:

 
Spellate le cipolle e tagliatele per lungo; scaldate il burro e l’olio in un’ampia pentola a fuoco basso e fate appassire le cipolle per 10 minuti. Aggiungete lo zucchero e fate cuocere per altri 20 minuti.
Trascorso il tempo salate, pepate, mettete la farina e mescolate fino a quando comincia ad attaccarsi alla pentola.
Versate il vino, fate sfumare e infine aggiungete il brodo già caldo.
Continuate la cottura per 30-40 minuti da quando riprende il bollore.
Nel frattempo scaldate il forno a 200°, tostate le fette di pane e grattugiate il groviera.
Una volta pronta, versate la zuppa nelle ciotole individuali, metteteci sopra il pane tostato spolverato abbondantemente di formaggio e infornate con il grill acceso per qualche minuto (deve formarsi una bella crosticina).
 

*Ho trovato le cipolle francesi dal mio fruttivendolo, sono grandi e molto dolci (non ho nemmeno pianto quando le ho tagliate); se non le trovate vanno benissimo delle cipolle dorate.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: